La sicurezza del brand e del network

Un marchio affermato e riconosciuto merita una protezione attenta da ogni possibile vulnus.

Questo è ancora più importante laddove le società hanno progressivamente deciso di ricorrere fortemente all’outsorcing di tutte quelle funzioni non direttamente riconducibili al core business aumentando notevolmente il numero dei soggetti con i quali entrano in contatto dal punto di vista
commerciale.

Nella catena degli appalti e dei sub appalti si possono nascondere situazioni di irregolarità, di sfruttamento o di infiltrazione che, se dovessero venire alla luce, finirebbero per creare un
potenziale danno di immagine ben più grave delle altre possibili conseguenze.

KNOW YOUR PARTNER

Questo significa passare dalla semplice verifica documentale a un processo più articolato di qualificazione dei fornitori, valutazione dell’attività esercitata e rilevazione di fenomeni anomali che accompagni tutto il corso del rapporto contrattuale.

Un processo che non deve in alcun modo essere visto come una “burocratizzazione” o un appesantimento dei rapporti perché sarà calibrato su ciascun fornitore in relazione alla durata ed all’oggetto del contratto e non trascurerà la loro  responsabilizzazione nella catena.

Il maggiore controllo e la compliance del network si rifletteranno positivamente sulla partecipazione alle gare e agli appalti pubblici oltreché sugli adempimenti previsti dalla normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro (TU 81/2008) e sulla responsabilità solidale (D.Lgs. 276/2003) prevenendo le gravi sanzioni che la loro violazione comporta.

Via Michelangelo Buonarroti 45/a
20145 Milano

Torna su